Come creare un sito web con Joomla

Nonostante WordPress sia il CMS più utilizzato e famoso del mondo, milioni di portali sono realizzati con Joomla. Si tratta di una piattaforma facile da usare, con numerosi template e plugin gratuiti che consentono di configurare il portale in base alle proprie esigenze. Ecco una guida completa per capire come creare un sito web con Joomla, dalla scelta del servizio di hosting all’impostazione generale del software.

Cos’è Joomla e a cosa serve

Joomla è un CMS per la creazione di siti web ottimizzati, un software semplice da utilizzare e in grado di offrire un buon livello di personalizzazione. Rispetto ad altri Content Management System, come ad esempio WordPress, propone tantissimi template gratuiti tra cui scegliere, un apprendimento rapido e una community di sviluppatori abbastanza ampia.

All’interno dell’interfaccia grafica è presente un sistema per la gestione dei contenuti, per organizzare la struttura del sito web con categorie e sottocategorie, semplificando la navigazione da parte degli utenti. Dopodiché è possibile inserire gli articoli, formattarli in maniera facile e veloce, con migliaia di plugin che consentono di automatizzare qualsiasi funzionalità della piattaforma.

Un sito Joomla rappresenta un’ottima scelta per diversi scopi, tra cui:

  • siti web
  • portali vetrina
  • blog
  • siti aziendali
  • forum
  • piattaforme private

La scelta dello spazio web per un sito con Joomla

Una delle prime operazioni da effettuare, quando si desidera creare un sito web con questo CMS, è la scelta di un servizio di hosting Joomla professionale. In questo caso bisogna rivolgersi a un provider di hosting adeguato, possibilmente un web host italiano come SupportHost, in grado di garantire server in Europa per una maggiore velocità, un’ampia gamma di piani tariffari e servizi dedicati a Joomla.

Prima di acquistare lo spazio web è importante verificare una serie di aspetti, per capire se realmente il piano hosting offerto è adatto a soddisfare le proprie necessità. Innanzitutto deve essere assicurato un buon rapporto qualità-prezzo, con la possibilità di scegliere tra diverse opzioni di web hosting, con server condiviso per piccoli progetti oppure con server dedicato per attività digitali più complesse a ambiziose.

All’interno del pacchetto è fondamentale che siano compresi vari servizi e funzionalità, ad esempio un pannello di controllo efficiente, il backup giornaliero dei file, almeno un certificato SSL gratuito incluso e delle caselle email per la gestione dei servizi di posta elettronica, le newsletter e i messaggi degli utenti. Inoltre il provider deve garantire un supporto tecnico adeguato, con un’assistenza sempre disponibile e in grado di intervenire tempestivamente per la risoluzione di qualsiasi tipo di problema.

Alcuni web host propongono anche l’installazione automatica del CMS, una funzionalità ottimizzata per Joomla che consente di caricare la piattaforma senza dover eseguire alcuna operazione manuale. Non da meno è la possibilità di installare ionCube Loader, un application manager per codificare il codice PHP, con il quale è possibile migliorare la sicurezza del server ed evitare, ad esempio, furti dei dati e altri tipi di manomissioni.

Come installare Joomla ed effettuare la configurazione

Una volta acquistato il servizio hosting per ospitare il proprio sito Joomla, è necessario ovviamente comprare un dominio. Molti provider offrono la registrazione del nome del portale gratuitamente, altrimenti basta rivolgersi a un servizio specializzato e pagare la quota annuale. A questo punto è possibile passare all’installazione del CMS nello spazio web, utilizzando le funzioni automatiche se presenti, oppure eseguendo la procedura manualmente.

I requisiti minimi sono un database mySQL, un sistema operativo Linux e un’applicazione per la codifica di PHP, opzioni da verificare durante la scelta del web hosting, come abbiamo visto in precedenza. Se tutto è un ordine basta procedere e scaricare il pacchetto di file di Joomla, caricare le risorse dal pc sul server tramite FTP, installando i file all’interno della directory principale pubblica.

Ovviamente, per una persona che non ha familiarità con queste operazioni, la soluzione migliore è sempre un sistema automatizzato, perciò è essenziale controllare che il provider offra tale servizio. Il passaggio successivo prevede la configurazione del CMS, spostandosi nel pannello di controllo di Joomla. Qui si possono effettuare una serie di interventi piuttosto semplici, grazie a un’interfaccia intuitiva e abbastanza facile da utilizzare.

La prima cosa da fare è scegliere un template adeguato, optando per un modello gratuito oppure a pagamento, quindi sistemare l’impostazione iniziale creando le varie categorie del sito web, l’architettura principale e le funzioni per l’ottimizzazione degli articoli. Molte delle personalizzazioni si possono realizzare attraverso i moduli, altrimenti per aumentare le funzionalità del CMS bisogna soltanto installare delle estensioni, ovvero dei plugin ottimizzati per Joomla.

Quali sono i vantaggi di un sito web con Joomla

La maggior parte dei siti web, oggigiorno, è in WordPress, tuttavia Joomla rappresenta senza dubbio una valida alternativa. Si tratta infatti di un CMS abbastanza sicuro, facile da usare e semplice da installare, il quale non richiede particolari conoscenze di informatica. Tra gli aspetti positivi, per quanto riguarda la configurazione, c’è la gestione del menu, le opzioni per curare la SEO del portale e il supporto per le versioni multilingua.

Allo stesso tempo sono disponibili tantissimi template gratuiti e a pagamento, migliaia di plugin da impiegare come estensioni, aggiornamenti costanti e un sistema di memoria cache piuttosto affidabile, per garantire un sito veloce e perfettamente ottimizzato. Naturalmente bisogna sempre considerare le proprie esigenze, perciò la scelta rimane comunque una decisione personale. Tuttavia Joomla è sicuramente un CMS affidabile per creare progetti digitali moderni ed efficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *