Quali sono le scuole superiori di secondo grado?

Le scuole superiori sono una delle istituzioni scolari più importanti, ma allo stesso tempo si tratta di un momento particolarmente delicato, per cui è necessario compiere una scelta difficile. Gli studenti in uscita dalla terza media, infatti, devono prendere una difficile decisione insieme ai propri genitori, selezionando un indirizzo che avrà ripercussioni sul proseguo degli studi all’università e nel mondo del lavoro. Ecco quali sono le scuole superiori di secondo grado tra cui scegliere.

Elenco completo dei licei delle scuole superiori

  • Liceo classico
  • Liceo scientifico
  • Liceo musicale e coreutico
  • Liceo linguistico
  • Liceo artistico
  • Liceo delle scienze umane

Partiamo innanzitutto dai licei, scuole preparatorie che permettono di continuare gli studi presso le università, scegliendo a seconda dell’area di preferenza un orientamento scientifico, classico o linguistico. Si tratta di istituti che offrono una preparazione completa, nonostante sia concentrata sull’indirizzo scelto, con un’elevata presenza di materie umanistiche e scientifiche.

Liceo Classico

Uno dei più comuni per chi preferisce le lettere è il liceo classico, un istituto dove viene insegnato il latino, il greco e la filosofia, insomma dove si impara a pensare e a sviluppare un senso critico profondo, indispensabile per seguire corsi universitari umanistici.

Liceo scientifico

Chi preferisce la matematica di solito opta per il liceo scientifico. Si tratta di scuole che prediligono le materie scientifiche, soprattutto fisica, chimica, geologia e matetica, ma sono presenti anche il latino, la letteratura italiana e la filosofia.

Liceo linguistico

Le lingue straniere sono fondamentali oggigiorno, perciò è possibile scegliere dopo le medie il liceo linguistico, dove vengono insegnate almeno due lingue comunitarie, l’inglese obbligatorio e una a scelta tra francese, tedesco e spagnolo, più una terza lingua extraeuropea, ad esempio il cinese, il giapponese, il russo o l’arabo.

Liceo artistico

Il liceo artistico è la sede opportuna per chi è predisposto per il disegno e le arti figurate. Qui è possibile apprendere materie plastiche, scultoree e pittoriche, ma anche conoscere i sistemi informatici di ausilio alla grafica digitale, trovando sbocchi in diversi ambiti come architettura, arte, paesaggismo e grafico.

Liceo musicale e coreutico

Questa particolare scuola permette di ottenere una formazione musicale, che comprende lo studio di uno strumento e delle basi della teoria musicale. Vengono analizzate quindi la storia della musica, le tecniche di composizione, le tecnologie legate al mondo musicale e le materie classiche e umanistiche.

Liceo delle scienze umane

Nonostante sia uno degli orientamenti meno noti delle scuole superiori, il liceo delle scienze umane è un indirizzo estremamente valido. In particolare consente di approfondire materie come sociologia, pedagogia, antropologia e psicologia, scegliendo tra un orientamento più tradizionale e uno maggiormente rivolto al settore economico.

Elenco completo degli istituti tecnici delle scuole superiori

  • Turismo
  • Amministrazione, finanza e marketing
  • Trasporti e logistica
  • Meccanica, meccatronica ed energia
  • Elettronica ed elettrotecnica
  • Grafica e comunicazione
  • Informatica e telecomunicazioni
  • Sistema moda
  • Chimica, materiali e biotecnologie
  • Agraria, agroalimentare e agroindustria
  • Costruzioni, ambiente e territorio

Oltre ai licei alle scuole superiori è possibile iscriversi presso un istituto tecnico, dove viene preferito l’insegnamento di alcune materie specifiche legate maggiormente all’ambito economico-tecnologico, personalizzando fino al 35% delle materie di studio. Ovviamente in alcuni ambiti è possibile entrare subito nel mondo del lavoro, una volta terminato il ciclo di studi, mentre in altri è opportuno proseguire con un corso universitario, nonostante sia possibile lavorare come tecnico specializzato.

Turismo

Uno degli istituti tecnici più apprezzati è quello del turismo, in cui vengono trasmesse capacità richieste dal settore turistico, ma anche materie storia, inglese, economia e matematica. L’obiettivo non è lavorare nelle strutture ricettive, come ristoranti e hotel, ma gestirle oppure proseguire gli studi per gestire programmi di sviluppo e attività di rilievo internazionale.

Amministrazione, finanza e marketing

Tra le aree più ricercate degli ultimi anni ci sono gli indirizzi economici, perciò una valida soluzione sono gli istituti tecnici di amministrazione, finanza e marketing. Qui si apprendono materie come diritto, economia, inglese, matematica e storia, imparando come gestire imprese e relazionarsi al settore amministrativo delle aziende.

Trasporti e logistica

Dopo il terzo anno delle scuole medie è possibile intraprendere un percorso tecnico, scegliendo una scuola di trasporti e logistica. Il focus è lo studio dei sistemi di trasporto e circolazione di mezzi e persone, all’interno delle vie marittime, ferroviarie, stradali e aeree, adeguando servizi aziendali e sociali alle esigenze strutturali delle infrastrutture pubbliche e private.

Meccanica, meccatronica ed energia

Lo sviluppo della robotica ha reso l’istituto tecnico di meccanica, meccatronica ed energia sempre più richiesto dai ragazzi, che qui possono coltivare le proprie capacità e passioni. Si apprende come progettare e costruire macchine e sistemi industriali, imparando a controllare strutture complesse e gestendo gli impianti anche dal punto di vista energetico.

Elettronica ed elettrotecnica

Nell’era di internet è fondamentale conoscere a fondo i sistemi elettrici ed elettrotecnici, perciò una scelta molto utile è l’istituto tecnico di elettronica ed elettrotecnica. Cosa si studia? Un po’ di tutto, robotica, automazione industriale, matematica, fisica e circuiti elettrici.

Grafica e comunicazione

L’istituto tecnico di grafica e comunicazione permette di approfondire la conoscenza dell’informatica, in particolare rivolta al lato frontend. Si apprende a utilizzare sistemi e software per elaborare grafiche computerizzate, gestire programmi di rete e progetti grafici aziendali.

Informatica e telecomunicazioni

Oggigiorno siamo ossessionati dallo smartphone e dalle telecomunicazioni, infatti si tratta di uno dei settori più dinamici per quanto riguarda l’occupazione. Presso un istituto tecnico di informatica e telecomunicazioni si studiano le tecnologie alla base di queste infrastrutture, sia analogiche che digitali, la lingua inglese e la gestione aziendale di queste risorse.

Sistema moda

Chi desidera studiare moda e design può iscriversi presso una scuola tecnica di sistema moda, un indirizzo delle scuole superiori rivolto al settore tessile. Qui si impara tutto ciò che interessa l’abbigliamento, dalla produzione alla logistica, dalla lavorazione dei tessuti alle tecnologie alla base del comparto.

Chimica, materiali e biotecnologie

Uno dei settori più importanti oggi è quello delle chimica, poiché nonostante la svolta green viviamo ancora in un’era dominata dalle materie plastiche. Presso l’istituto tecnico di chimica, materiali e biotecnologie si conducono esperimenti, si impara come gestire aziende chimiche, oppure come sviluppare nuovi prodotti legati al mondo delle biotecnologie più avanzate.

Agraria, agroalimentare e agroindustria

In Italia studiare agraria è particolarmente interessante, trattandosi di un paese famoso in tutto il mondo per il brand del Made in Italy legato all’enogastronomia. Chi vuole approfondire lo studio di questo settore può scegliere alle superiori un istituto tecnico di agraria, agroalimentare e agroindustria, dove imparare i processi produttivi, le tecniche e il controllo dell’impatto ambientale delle aziende agroalimentari.

Costruzioni, ambiente e territorio

Chi desidera lavorare nell’ambito delle costruzioni può optare per l’istituto tecnico di costruzioni, ambiente e territorio, dove apprendere nozioni di paesaggismo, urbanismo, tecniche edili, conservazione degli immobili e tutela del territorio. Inoltre sono presenti anche materie come inglese, matematica, storia e letteratura italiana.

Elenco completo degli istituti professionali delle scuole superiori

  • Produzioni artigianali e industriali
  • Manutenzione e assistenza tecnica
  • Servizi socio-sanitari
  • Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale
  • Servizi commerciali
  • Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera

Oltre ai licei e agli istituti tecnici esistono anche gli istituti professionali, dove come si evince dal nome viene insegnata una vera e propria professione, per chi predilige un immissione immediata nel mondo del lavoro. Un grande vantaggio di questi orientamenti è la possibilità di personalizzare il ciclo di studi, scegliendo fino al 40% delle materie in base alle proprie esigenze, ovvero al tipo di impiego che si vuole fare dopo il diploma.

Produzioni artigianali e industriali

Questo indirizzo è indicato per chi vuole apprendere un mestiere, per diventare un operaio specializzato nel settore edile, un artigiano, un tecnico nel settore cinematografico oppure uno specialista nella produzione di mobili e altri oggetti d’arredamento. L’istituto professionale di produzioni artigianali e industriali offre una delle scelte lavorative più ampie.

Manutenzione e assistenza tecnica

Chi desidera entrare subito nel mondo del lavoro dopo le superiori, ad esempio trovando impiego come tecnico di manutenzione, può optare per l’istituto professionale di manutenzione e assistenza tecnica. Qui si seguono diverse attività e discipline, apprendendo a mettere le mani sia nei piccoli sistemi che in quelli più grandi e complessi.

Servizi socio-sanitari

L’istituto professionale di servizi socio-sanitari viene scelto solitamente da chi vuole fare l’infermiere, oppure lavorare nel settore dei servizi alla persona. Ovviamente bisogna avere una spiccata propensione per la socialità, una forte empatia e una forza di volontà adeguata per affrontare impieghi spesso molto impegnativi, sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale

Con l’istituto professionale di servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale si impara l’arte della coltivazione, dalla produzione fino alla commercializzazione dei prodotti agroalimentari. Ciò non significa diventare un contadino, ma anche trasformarsi in un imprenditore del comparto agroalimentare, uno dei più proficui nel nostro Paese.

Servizi commerciali

Probabilmente questo è l’orientamento più generico, infatti presso l’istituto professionale di servizi commerciali si apprendono concetti di marketing, amministrazione e gestione d’impresa. Naturalmente per ambire a una posizione di valore è necessario proseguire gli studi all’università, tuttavia si può trovare un impiego in azienda, svolgendo compiti di natura fiscale, civilistica e manageriale non specialistici.

Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera

L’ultimo indirizzo è l’istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, una scelta ideale per chi desidera lavorare in hotel, ristoranti, bar e imprese legate al settore dell’hospitality. Oltre alle attività pratiche si studiano materie come economia, gestione aziendale, processi produttivi e ovviamente anche la lingua inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *