Vuoi lavorare negli Stati Uniti: scopriamo tutto quello che serve

Il sogno americano ha sempre avuto un fascino particolare per noi italiani. Nel corso degli anni sono stati milioni i nostri connazionali che hanno scelto gli Stati Uniti come luogo dove iniziare una nuova vita.

Cambiare nazione per trovare lavoro è sempre un passo importante. Vediamo alcuni consigli utili per non farsi trovare impreparati.

Come funziona il visto per lavorare negli Stati Uniti

La prima cosa da fare quando si sceglie di emigrare per lavoro è quella di rivolgersi a degli esperti come un avvocato per immigrazione Stati Uniti. Lo studio De Maio, ad esempio, ci può aiutare con tutta la documentazione.

La prima distinzione che viene fatta è quella tra i soggiorni inferiori a novanta giorni negli Stati Uniti per cui non è necessario richiedere la green card e il visto per lavorare negli Stati Uniti; in questo caso bisogna ottenere un permesso di lavoro

Nel primo caso basta farsi rilasciare l’autorizzazione Esta che si può richiedere comodamente online.

Il visto varia a seconda della tipologia di lavoro che verrà poi svolto negli Stati Uniti e viene distinto attraverso un codice alfanumerico.

È obbligatorio per ottenere un permesso di lavoro aver ricevuto un’offerta di lavoro preliminare e il datore di lavoro deve presentare una domanda al Dipartimento di Sicurezza Interna.

Una volta che si ottiene il permesso di lavoro questo va allegato alla domanda di richiesta per il visto che poi deve essere presentato all’Ambasciata o al Consolato degli Stati Uniti.

Come presentare la domanda per lavorare negli Stati Uniti

La procedura per presentare la domanda per lavorare negli Stati Uniti può sembrare complessa ma alla fine se abbiamo tutti i documenti a posto si può risolvere in poco tempo.

I documenti da consegnare in un fascicolo sono:

  • Passaporto
  • Il modulo DS- 160 compilato
  • Foto personale recente
  • Il permesso lavoro I-797

Una volta ottenuti i documenti e consegnati all’ Ambasciata o Consolato più vicini al proprio luogo di residenza si viene contatti per effettuare per prima cosa una visita medica.

Una volta superata la visita medica si viene chiamati per il colloquio conoscitivo, che può avere una durata massima di dieci minuti.

Durante il colloquio l’intervistatore farà delle domande che riguardano la situazione personale e lavorativa e alla fine del colloquio verrà comunicato se la domanda è stata rifiutata o accettata.

Dopo alcuni giorni, si vieni richiamati dall’Ambasciata e dal Consolato che riconsegnano il passaporto timbrato con il permesso di lavoro e non resta che partire per gli Stati Uniti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *