Holiday Working: come organizzare la postazione di lavoro ideale tra le mura domestiche

Negli ultimi anni lavorare da remoto è diventata un’opzione sempre più popolare, poiché la tecnologia ha consentito ai professionisti di rimanere in contatto con i team, le aziende e i clienti ovunque si trovino. Questa regola vale ovviamente anche in estate, dato che molte persone si ritrovano costrette a lavorare in vacanza.

Tuttavia, per riuscirci è importante creare una postazione di lavoro efficace fra le quattro mura domestiche. Oggi, dunque, approfondiremo alcune informazioni utili e i consigli per ottenere questo risultato.

I vantaggi del lavoro da remoto in estate e come organizzarsi

I vantaggi di lavorare da remoto in estate sono molti, e di facile comprensione. Innanzitutto, questa pratica consente di approfittare del clima caldo e di non rinunciare né alla vacanza, né agli impegni lavorativi, trovando una sintesi perfetta. Inoltre, permette di godere di un orario più flessibile, in quanto si può approfittare delle prime ore del mattino o della sera per svolgere il proprio lavoro, dedicando il resto della giornata alla tanto agognata vacanza.

In altre parole, il cosiddetto holiday working funziona eccome, a patto di sapersi organizzare, soprattutto per quel che riguarda la postazione di lavoro. Qui si consiglia, in primis, di prendere in considerazione elementi prioritari come l’illuminazione della stanza, ad esempio. favorendo la luce naturale ove possibile, o una sorgente luminosa con un indice CRI (Color Rendering Index) elevato, che ricrea il più fedelmente possibile la luce solare. In questo modo sarà possibile lavorare in modo efficiente per tutto l’arco della giornata. Attenzione, però, al dispendio energetico: a tal proposito, esistono alcune opzioni convenienti per risparmiare quanta più luce possibile ottenendo, al contempo, l’illuminazione necessaria. Ritornando alla postazione di lavoro, infine, è importante dotarsi di una sedia ergonomica, per una questione di postura, e di una scrivania situata all’altezza giusta.

Altri consigli per allestire la propria postazione di lavoro a casa

Per prima cosa, occorre valutare lo spazio a disposizione per poterlo sfruttare al meglio, ed è importante creare la postazione di lavoro in una zona della casa tranquilla, al riparo dai rumori e dalle distrazioni. Ovviamente bisogna organizzarsi e decidere un orario di lavoro compatibile con i propri impegni e con le vacanze, che non devono mai essere messe in secondo piano.

Come detto, tra i consigli per realizzare una postazione di lavoro idonea, vi è quello di utilizzare, ove possibile. la sedia ergonomica e altri strumenti di lavoro come il mouse, la tastiera, e un doppio schermo professionale, utile per non affaticare gli occhi. Il comfort deve essere sempre messo nella lista delle priorità, perché se non ci si sente a proprio agio sarà difficile concentrarsi e restare produttivi. Inutile sottolineare che anche l’arredo conta molto, e per fortuna esistono tante soluzioni semplici, come l’utilizzo delle piante.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *